Consigli utili

Antifurto per appartamento: costo allarmi

Antifurto per appartamento costo allarmi

Qual è il miglior tipo di impianto antifurto per la sicurezza della casa? I prezzi per gli allarmi di casa dipendono da diversi fattori, la prima grande decisione da prendere è se farlo installare da un professionista o comprare un sistema d’antifurto per appartamento fai da te e installarlo da soli. Ma non solo, scopri tutto in questo articolo di Casacompleta.it

Allarmi per appartamento: fattori per sceglierlo

La sicurezza è una delle maggiori preoccupazioni che ha ogni proprietario di casa, il luogo in cui vivi deve essere sempre al sicuro da possibili pericoli e intrusioni. Non solo per proteggere i beni di valore, ma per dare serenità alla tua famiglia. Per decidere quali sia l’impianto d’antifurto giusto per te e poter valutare il costo per l’allarme di casa, devi tenere a mente alcuni fattori che possono influire sul totale finale. I principali sono:

  • di che tipo di allarme per appartamento hai bisogno: wireless, con i cavi, misto;
  • se hai bisogno di un sistema in rete con tecnologia domotica che ti permetta ti poter controllare tutto via app con i dispositivi mobili, come il tuo smartphone;
  • le dimensioni della tua casa e di conseguenza la grandezza dell’impianto da dover installare influiscono molto sul prezzo del sistema antifurto;
  • Un sistema di antifurto per case non è solo un semplice campanello d’allarme, tieni conto degli accessori: telecamere dotate di un ottimo sistema di videoripresa e sensori di movimento influiscono sul prezzo ma anche sul livello di protezione che otterrai;
  • puoi investire in sensori a ultrasuoni che captano le onde sonore e attivano gli impianti d’antifurto per la casa;
  • manodopera: meglio rivolgersi a professionisti con anni di esperienza nel settore, con una buona reputazione. Influirà sul costo dell’impianto d’allarme ma ti garantirà di poter contare su un rapido aiuto in caso di emergenza, su attrezzature moderne e aggiornate.

Impianti di allarme casa: quale tipo scegliere

Ogni sistema antifurto per la casa ha caratteristiche diverse, sapere precisamente i prezzi è difficile senza uno studio preciso. In generale un impianto composto da sensori esterni e interni, telecamere e una centralina di controllo varia dagli 800€ ai 3000€.

In commercio si possono trovare tre soluzioni principali: impianto antifurto dotato di cavi, wireless o misto.

I sistemi d’antifurto per case a tecnologia wireless sono in qualche modo simili a un sistema cablato, ma come suggerisce il nome non hanno fili. I componenti dei sistemi di sicurezza senza fili di solito includono rilevatori, sensori, telecamere, allarmi e il pannello di controllo principale. Facile da installare e disinstallare, perfetti per appartamenti già restaurati, visto che non necessitano di lavori di muratura non avendo cavi. Questo può essere vantaggioso per determinare il costo finale dell’antifurto. Potete installarli e renderli operativi in pochissimo tempo.

Sensori e telecamere si connettono alla centralina di controllo grazie alla connessione internet o funzionando con le batterie ricaricabili. 

Si attivano rilevando qualsiasi cambiamento nella vostra casa, ad esempio se qualcuno dovessere rompere una finestra, una porta, o qualcuno cercasse di aprire la vostra cassaforte. Possono attivarsi anche rilevando incendi o perdite d’acqua.

Tra i vantaggi che offrono gli antifurti per case wireless:

  • in caso di trasloco potete portarli via con voi facilmente;
  • un sistema di sicurezza senza fili è difficile da disattivare per un ladro perché non ci sono fili che possono tagliare;
  • Si possono attivare e controllare da remoto;

Studiare lo schema dell’immobile prima dell’installazione e la progettazione dell’impianto delle telecamere è importante, perché tra gli svantaggi è che possono essere soggetti a interferenze e disturbo di segnale, anche se questo accade raramente. Le batterie devono essere sostituite quando necessario e i sensori devono essere controllati periodicamente.

Il prezzo di un antifurto per la casa wireless va dai 300€ ai 1000€.

I sistemi di allarme per appartamenti cablati sono formati da vari componenti collegati tramite cavi elettrici che passano all’interno dei muri, alimentati costantemente a bassa tensione. 

Tutti i punti di ingresso, porte e finestre, della tua casa saranno collegati al pannello di controllo principale insieme ai rilevatori di movimento e ad altri dispositivi di sicurezza.

Forniscono una connessione più affidabile rispetto a un antifurto per case wireless perché non subiscono interferenze e hanno costi di manutenzione ridotti. I ladri possono tagliare i fili, ma verresti avvisato del tentativo di manomissione. Uno svantaggio è che richiedono una installazione più complessa e lavori che devono essere svolti da personale specializzato.

Il costo per un impianto d’antifurto con cavi base è sulle 300 €.

Infine, puoi scegliere un antifurto per case ibrido, che utilizzano allarmi sia wireless che con i cavi. La soluzione migliore per coprire superfice ampie, sia interne che esterne. Si può sfruttare una predisposizione via cavo, implementandola con componenti wireless, unendo i vantaggi dell’uno e dell’altro. Per gli antifurti di casa misti, solitamente la centrale di controllo e la gestione principale dell’impianto è collegata via cavo, mentre telecamere e sensori via wireless. Per questa tipologia di allarmi per casa i prezzi variano dai compenti, partendo dagli 800€.

Impianti antifurto casa costo

Al di là delle specifiche di ogni tipo, di media possiamo stabilire che un impianto completo di allarme per appartamento, con due telecamere, una centralina, sensori interni ed esterni costi intorno ai 2500€.

Si possono aggiungere elementi come:

  • Telecamere: 90€ – 110 € a unità
  • Sensore rottura vetri: 50 €
  • Sensore di movimento per porte e finestre: 40 €

Risparmiare con il bonus sicurezza 2021

Grazie al bonus sicurezza, si può risparmiare sul prezzo dei sistemi di antifurto della casa, portando in detrazione il 50% delle spese sostenute, per una spesa massima di 96 mila euro. Oltre ai sistemi di allarme può includere anche:

  • vetri antisfondamento e porte blindate;
  • inferriate;
  • sistemi di video sorveglianza;
  • tapparelle motorizzate e meccaniche;
  • cancelli elettrici;
  • casseforti;
  • installazione o sostituzione di catenacci, serrature e spioncini.

La detrazione è usufruibile anche per le spese collegate all’intervento da realizzare, come ad esempio quelle sostenute per i sopralluoghi. Il bonus sicurezza può essere richiesto da:

  • proprietari;
  • titolari di un diritto reale di godimento; 
  • soci di cooperative divise e indivise;
  • imprenditori individuali; 
  • locatari o comodatari;
  • soggetti indicati nell’articolo 5 del TUIR.