Consigli utili

Parquet: il fascino del pavimento più elegante

Parquet: il fascino del pavimento più elegante

Caldo, classico, il parquet è molto più di un semplice rivestimento. È una pavimentazione in grado di trasformare gli ambienti rendendoli accoglienti ed eleganti, e può essere facilmente incorporato sia in interni moderni che classici.

Ma cos’è esattamente il parquet? Quanto è costa installarlo? È adatto per la tua casa?

Scoprilo in questo nostro articolo.

I diversi tipi di Parquet

Il parquet è un pavimento composto da più pezzi di legno che formano una superficie a motivi geometrici. Molti pensano che scegliere il parquet per la ristrutturazione dei pavimenti sia una scelta troppo costosa, ma esistono vari tipi di posa e di listoni per tutti i budget.

Il parquet è disponibile in una vasta gamma di colori e venature del legno, il che rende facile abbinare la nuova pavimentazione ai tuoi arredi. Può essere installato creando i motivi che preferisci, per dare alle stanze un aspetto del tutto particolare.

Se stai ristrutturando casa scegliere per i pavimenti il rivestimento in parquet è sempre un’ottima scelta.

Esistono tre tipologie di pavimento:

  • In legno massello
  • Prefiniti
  • Laminato, che però non è un vero e proprio parquet.

Mentre i pavimenti in legno massiccio sono costituiti da strisce o tavole completamente in legno duro, i pavimenti prefiniti lavorati hanno diversi strati ricavati da scarti di legname, incollati e compattati insieme. I secondi sono più economici ma tutti e due sono esteticamente eleganti, entrambi hanno pro e contro, quindi la scelta dipende solo dalle esigenze.

Parquet in legno massello

Il Parquet in legno massello è il parquet classico. Per questo tipo di pavimentazione vengono utilizzati i legni più duri, come abete, pioppo, betulla, frassino, pino.

La posa avviene tramite l’incastro dei listoni per garantire la massima stabilità, incollaggio in mancanza di incastro o mediante chiodatura. Il parquet in massello viene venduto allo stato grezzo, una volta realizzato il pavimento dev’essere levigato e lucidato, prima di poterci camminare si deve attendere più di un mese.

Se desideri creare decorazioni, intarsi o disegni geometrici per donare ad ogni ambiente un tocco artistico, con il massello è possibile farlo.

Tipi di parquet: il prefinito

Presenta 2 strati, quello superiore in legno nobile che va dai 2 a 2,5cm, quello inferiore creato con scarti di legname che assorbe le spinte del legno superiore rendendo stabile la pavimentazione. Esiste anche il tipo a 3 strati, con un’aggiunta di una lamina al di sotto del supporto. Il parquet prefinito, detto anche multistrato, è veloce da posare ed è subito calpestabile perché le rifiniture sono fatte prima dell’installazione. Da scegliere per creare pavimenti semplici e lineari, perché rispetto al massello con il prefinito non si possono creare disegni.

Parquet laminato

Un pavimento in laminato è un economico finto parquet, utilizzato molto per uffici, negozi, locali, dove c’è molto traffico pedonale. È formato da un pannello in legno rivestito da una carta stampata in digitale effetto legno, che riproduce venature, nodi e colori di quello vero. Per evitare graffi e abrasioni sopra viene applicata una pellicola trasparente a base di resine e ossido di alluminio. Si può posare questo parquet su di un pavimento esistente, sopra piastrelle in ceramica, moquette o un vecchio parquet, installandolo ad incastro senza utilizzare colle.

Di facile manutenzione, resistente, ci si può camminare subito dopo la posa.

Parquet per spazi industriali e commerciali

Il parquet industriale è un parquet resistente ed economico, già lucidato e rifinito, pronto per essere posato e rappresenta un’ottima alternativa al parquet classico. Costituito da listoni formati da uno strato di legno di qualità inferiore, esternamente da uno strato in legno più pregiato. Rapido e facile da installare, esiste di diverse misure e diversi tipi di legno che si montano a incastro. Viene trattato per essere resistente agli agenti esterni e all’usura.

Colori del parquet

Quando prendi in considerazione pavimenti in parquet, una delle decisioni più importanti riguarda il colore, che deve legare con l’arredo. Il motivo geometrico di un pavimento in parquet, ad esempio, può essere evidenziato utilizzando diversi colori.

I colori possono essere divisi in:

  • Parquet in legno chiaro: acero americano, faggio, rovere, bamboo. Rende luminosi e visivamente più spaziosi gli ambienti. Il parquet bianco è molto di moda per creare ambienti in stile provenzale e, ultimamente si sta affermando anche il bamboo, che ha un delicato color miele. Il costo del parquet in bamboo varia molto a seconda della qualità, normalmente da 30,00 € a 60,00 € al mq.
  • Parquet scuro: wengé-Panga, mutenye, afrormosia. Il parquet scuro è ideale per ambienti ampi, loft e stanze luminose.
  • Parquet Rosso: acacia, ciliegio, merbau, mogano, bintango, doussiè. È un legno resistente e durevole dai toni particolari, un parquet per chi ama l’originalità.
  • Parquet bruni: cabreuva incenso, ipe-lapacho, iroko, noce, quercia, teak. Tengono bene l’umidità e sono molto resistenti, quindi indicati per esterni, cucine e bagni.

Parquet per cucina, bagni ed esterni

Per cucina, bagni ed esterni i legni consigliati sono quelli più duri come il teak, rovere e il wenge. Perfetti per gli ambienti umidi, hanno una buona resistenza e non modificano la loro struttura.

Particolari verniciature di rifinitura consentono di rendere il parquet idrorepellente e particolarmente resistente.

Tecniche di posa per il parquet

Come abbiamo detto si può posare il parquet su di un pavimento esistente, cosa che fa risparmiare soldi, è sufficiente che le piastrelle sottostanti siano perfettamente incollate al massetto.

Tecniche di posa:

  • Parquet adesivo: si creano delle righe spatolate utilizzando un collante particolare e dopo si incollano i listoni
  • Parquet inchiodato: la tecnica più utilizzata e più antica, prevede la predisposizione di una struttura di fondo che permetterà ai chiodi di bloccare i listelli in legno.
  • Posa in opera parquet flottante: il parquet è posato senza colla o chiodi ma poggiato con una tecnica a incastro maschio-femmina che ne consente l’ancoraggio. Una tecnica facile che permette al parquet flottante di essere posato su pavimento esistente.

Disegni e geometrie del parquet

Le origini del parquet in legno risalgono a quasi 500 anni fa, alcuni modelli classici come la spina di pesce, Chevron e Versailles funzionano ancora eccezionalmente bene in ambienti contemporanei.

Altri tipi di posa sono:

  • Posa parquet a cassero regolare o irregolare
  • Parquet con fascia e bindello
  • Posa a spina di pesce
  • Parquet a mosaico o quadri
  • Spina ungherese
  • Stile intreccio vimini
  • Parquet con fascia e bindello

Manutenzione Parquet

Per prima cosa levare la polvere con un panno o con l’aspirapolvere. Lavare con acqua e detergenti specifici per la cura del legno. Se il parquet è lucido ogni tanto va nutrito con la cera.

Parquet costi al metro quadro

I costi per la posa partono dai 25,00€ mq. La posa in opera di un parquet flottante è sui 18,00 mq.

Costo parquet massello: 50-150 € al mq

Costo parquet prefinito: 35-65 € al mq

Costo parquet laminato: 30-50 € al mq

Il parquet più costoso è in ebano Macassar dalle 300 alle 450 € al mq

Guarda quanto costa rifare un pavimento